in

Crescere con un genitore che ti colpevolizza. Bambini poco amati e conseguenze.

Tutti meriteremmo di avere un’infanzia sana e felice. Tutti meriteremmo di crescere con amore, attenzione e pazienza. Eppure molti di noi sono cresciuti tra liti, sensi di colpa, critiche e frustrazioni.

I genitori narcisisti e manipolatori lasciano solchi profondi nella personalità dei loro figli.

Sono genitori accentratori, egoisti, infantili che riversano le loro frustrazioni sulle persone a loro più vicine, soprattutto quando queste non possono scappare o difendersi da loro.

Socialmente si impegnano spesso ad apparire come genitori perfetti che crescono figli perfetti, proprio per la loro smania di non apparire secondi a nessuno.

E così, bambini sempre troppo piccoli si trovano a dover ‘crescere’ genitori immaturi che costantemente li squalificano, umiliano convinti di fare la cosa giusta per il loro figlio, non rendendosi conto che critica dopo critica vanno ad intaccare l’autostima del bambino.

Sono invece persone fortemente egoiste, incapaci di mettersi nei panni altrui. Persone che agiscono spinte dai loro capricci che spacciano per carattere forte.

Sono invece persone profondamente insicure. Persone che non si sentono realizzate nella vita e che scaricano la colpa dei loro fallimenti sugli altri o, peggio, che cercano una rivalsa tramite i loro figli.

Figli che per loro non saranno mai abbastanza qualsiasi cosa facciano. Ci sarà sempre qualcosa che non hanno fatto o che avrebbero potuto fare meglio. L’insicurezza personale rende questi genitori ‘insaziabili’ nei confronti dei loro figli.

Bambini cresciuti da genitori immaturi saranno adulti con forti problemi di autostima. Crescono nella convinzione di non essere mai abbastanza, di non essere all’altezza o, ancora peggio, crescono convinti che per essere amati bisogna essere perfetti.

Crescere con genitori di questo tipo distorcerà per sempre la tua concezione di amore. Bisogna meritare l’amore degli altri e se questi non ti amano la colpa è sempre tua perché avresti potuto fare di più.

Un adulto colpevolizzato da bambino finirà invischiato in relazioni malsane di dare senza quasi mai ricevere. Si ritroverà naturalmente in relazioni con soggetti abituati a ricevere tanto e a dare poco.

La sofferenza interiore che accompagna costantemente la vita di queste persone è immensa. Un vuoto incolmabile riempito spesso di emozioni forzate pur di non avvertirne il peso.

Sviluppano un atteggiamento ‘mendicante’ nei confronti delle relazioni sentimentali e sociali in genere.

L’autostima è l’accettazione di sé, la capacità di piacersi pregi e difetti compresi. Inizia a svilupparsi sin dalla tenera età ed è fondamentale per lo sviluppo psicologico del bambino.

Come fare a svilupparla se si è stati cresciuti da genitori manipolatori ed anaffettivi?

Prenditi cura di te. Dedica del tempo a fare quello che ti fa star bene. Cura l’aspetto interiore, ma anche quello esteriore. Ti sentirai meglio con te stesso e in mezzo agli altri.

Sii egoista, ma in modo sano. Non aver timore di dire no e smettila di voler accontentare gli altri. Pensa che la prima persona che devi rendere felice sei tu.

Prefissati degli obiettivi calzanti e impegnati per raggiungerli. Non pretendere troppo all’inizio. La tecnica dei piccoli passi è sempre quella vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti capita di vedere la forma di un Cuore in posti insoliti? Hai qualcuno lassù che pensa a te.