in

Fame emotiva e Vuoto interiore. Come combatterli.

Ti è mai capitato di sentirti triste, o semplicemente annoiato e di avvertire una impellente voglia di ‘cibo spazzatura’ che sai che non ti fanno bene, ma che in quei momenti desideri come se stessi effettivamente morendo di fame? Ti è mai capitato di sentire che qualcosa non va senza riuscire a dargli concretamente un nome? Ti è mai capitato di sentirti nervoso, di quel nervosismo che ti penetra le ossa e che ti svuota la mente…

E ora dimmi, quanto avevi ‘bisogno’ di addentare qualcosa di buono in quei momenti? Dolce, salato… O magari dolce e salato insieme senza riuscire a dire basta, senza assaporare veramente quello che stavi mangiando.

E’ la fame emotiva. Quella smodata ed incontrollata fame che ti assale quando qualcosa dentro di te non riesce ad uscire, e allora mangi fino a sentirti in colpa perchè magari di mangiare così tanto proprio non te lo puoi permettere… Quel senso di colpa che mette improvvisamente fine a quella sensazione di appagamento ed eccitazione mentre cedi alle tue voglie. E’ inevitabile. Dopo una scarica di zuccheri nel sangue che ti rende momentaneamente ‘felice’ arriva il collasso inevitabile verso il basso.

E’ un circolo vizioso. Finché si cerca di riempirsi dentro per colmare vuoti emotivi il finale sarà sempre lo stesso. Frustrazione, rabbia verso se stessi, sono le sensazioni tipiche di chi non riesce a controllare la propria fame emotiva.

La verità è che cedere alla fame emotiva è il nostro modo di punirci. Mangiamo perchè magari non siamo felici e inconsciamente ci attribuiamo colpe che non abbiamo; mangiamo perchè magari non ci piace il nostro corpo e proprio non riusciamo a fare quella dieta che abbiamo cominciato più e più volte senza mai portarla a termine; mangiamo perchè quella situazione che non dipende da noi e quella persona a cui abbiamo dato così tanto ci fanno soffrire così tanto e la nostra incapacità di tirarcene fuori ci rende tristi e frustrati.

Più tempo passerai a ‘punirti’ più innescherai questo circolo vizioso. Bisogna tener presente che siamo umani ed è proprio la nostra umanità che ci rende così unici e speciali. Cedere alla fame emotiva apparentemente potrebbe sembrare una facile via di fuga agli svariati problemi che la vita ci pone di fronte ogni giorno, incessantemente.

Come evitare concretamente gli attacchi di fame?

  • Bevi tanta acqua
  • Mangia fibre e proteine
  • Dormi a sufficienza
  • Bevi te o tisane
  • Lava i denti
  • Distraiti con qualcosa che ti appaga.
  • Mangia una carota.
  • Coccolati, ritagliati del tempo per fare qualcosa che ti piace.

Ecco alcuni semplici consigli a cui ricorrere durante attacchi impellenti di fame. Possono sembrare banali ma sono assolutamente efficaci. Dietro la fame emotiva si nascondono però motivazioni molto più profonde. Non basterà semplicemente cercare di disciplinare il proprio corpo. Per risolvere questo problema, fin dalle sue radici più profonde, occorrerà imparare a disciplinare la propria mente. Sciogliere i propri nodi emotivi è l’unico moto concreto di combattere la fame emotiva. Affrontare i propri demoni e i propri fantasmi ti esporrà ad ulteriore sofferenza e frustrazione. E’ inevitabile. Per raggiungere il sereno qualche volta occorre barcamenarsi tra le onde.

Acquisire consapevolezza delle proprie debolezze aiuta a capire quale strada intraprendere per sciogliere le proprie catene interiori. Quando non si è in grado di destreggiarsi tra le varie stanze della propria mente il ricorso ad un terapeuta è la scelta migliore che una persona possa fare per se stessa.

Il tuo obiettivo è essere felice. Non distrarti.

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata

Immagini. Pexels.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bambini non amati. Il trauma di crescere con un genitore anaffettivo.

Chi critica sempre gli altri è una persona infelice.