in

Nella vita ho imparato che se non importa a te, figurati a me.

In periodi di dieta come questo, tutti impariamo una cosa fondamentale a cui prestare attenzione: dare ad ogni alimento il giusto peso.
Tutto si concentra lì, dare il giusto peso. Esagerare e rischiare di far o dare troppo piuttosto che preservarci e finire con l’essere restio.
Eppure, come per ogni cosa, esiste un equilibrio.

Come trovarlo? Con l’esperienza.

Ognuno vale quante le cose a cui da importanza -Marco Aurelio

Esistono due categorie di persone in cui possiamo imbatterci.
Gli instancabili “generosi”. Destano invidia a volte per quanto altruismo e dedizione siano in grado di donare, spesso in via del tutto gratuita anche.
E poi ci sono loro, gli spensierati “menefreghisti”. Quelli che resterebbero impassibili anche se il mondo gli cascasse addosso, alienati nella loro dolce e beata esistenza.


Ma parlavamo di equilibrio ed esperienza. Vi premetto che sono direttamente proporzionali, perchè solitamente chi nasce menefreghista muore esattamente menfreghista. Ahimè, tendo la mano, invece, a chi sfortunamente porta con sé il gene del generoso.

Ribadisco, ahimè, perchè potrebbe risultare offensivo attribuirgli l’ingenuità di chi ancora non ha subito le ingiustizie della vita, perchè solo quelle ti formano e ti fanno aprire gli occhi.

La leggerezza è propria dell’età che sorge, la saggezza dell’età che tramonta. Marco Tullio Cicerone

Sono le batoste, gli ostacoli, le tempeste in mare aperto a costringerti a prendere in mano la bussola delle tue azioni e scegliere la direzione di quei lupi solitari che sanno dosare, come un chimico con il suo misurino, il giusto peso alle cose che contano. Questo sacrosanto giusto peso che non va sperperato, anzi.


Raramente ci troviamo di fronte a gente pura che lancia il cuore oltre l’ostacolo e si preoccupa delle nostre ferite.

Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore. (Italo Calvino)

Attenzione, dare il giusto peso non è il mantra dei menefreghisti, da cui vi ho messo in guardia. E’ semplicemente la linea guida per non ammalarsi, per non rincorrere pedissequamente i desideri degli altri ma badare anzitutto a ciò che importa a noi stessi.


C’è gente là fuori che non sa nemmeno dire grazie, gente a cui tutto sembra dovuto, gente che usa tutto e tutti come carta straccia. Bene, regaliamo loro la stessa importanza e quando questa ci sembrerà troppa, passiamo all’indifferenza

Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rapporto madre-figlia. Il legame più forte al mondo.

Le peggiori vipere sono quelle che dicono: Ciao cara, come stai?