in ,

La forza di una persona è il risultato di quello che ha superato. (Einstein)

Abbiamo tutti nel cuore quella storia, situazione o persona che ricordare ancora fa così male. Abbiamo sofferto tutti nella vita e purtroppo soffrire significa vivere. Non è una condizione che si presenta una tantum. Si soffre spesso nella vita, e, alla sofferenza non vi è riparo.

Dicono che dopo una grande sofferenza tutte le altre impari a fartele scivolare addosso. Dicono… Probabilmente persone che nella vita di sofferenza ne hanno avuto abbastanza. Probabilmente la sofferenza ha chiuso loro il cuore, rendendole più fredde ed indifferenti alle situazioni della vita.

Si diventa più forti dopo una grande sofferenza, ma chi stabilisce quanto grande sia stata? Soffrire è soggettivo. Ognuno di noi ha una personale scala emotiva che ci rende più o meno sensibili alle situazioni negative della vita.

La verità, cari amici, è che non esiste sofferenza così grande che possa renderci immuni a dispiaceri futuri. Ci sarà sempre quella fiammella, seppur piccola, dentro ognuno di noi; quella fiammella che si chiama speranza e che ci farà sperare sempre di essere veramente felici prima o poi.

Esorcizzare la sofferenza è impossibile, ma condividerla con qualcuno che si ama e che ti ama rende ogni cosa più sopportabile. Eppure non molti hanno questo meraviglioso privilegio di poter piangere sulla spalla di una persona amata.

La maggior parte delle persone – e anche tu… che adesso stai leggendo – si ritrova a dover lottare le proprie battaglie completamente da solo.

Se il titolo di questo articolo ha attratto la tua attenzione lo sappiamo tutti e due. Hai sofferto o – con molta probabilità – stai ancora soffrendo per qualcosa o qualcuno che ancora ti tormenta, che tu lo Vogli ao no.

E ti ritrovi qui, sola e forte. La vita ti ha messa alla prova ed essere forte è stata la tua unica scelta possibile per poter andare avanti. Eppure… qualche volta sarebbe bello abbandonarsi tra le braccia di qualcuno e lasciarsi andare. Sarebbe bello, anche se adesso lo neghi a te stessa.

Sei forte anche da sola. Non hai bisogno di qualcuno a cui appoggiarti per esserlo veramente. Una persona che ha imparato a badare a se stessa un giorno incontrerà qualcuno a cui appoggiarsi senza incatenarsi, perché è bello avere qualcuno con cui condividere gioie e dolori, ma ancora più bello è non avere bisogno di nessuno e bastare a se stessi.

La persona che arriverà in questo modo sarà solo una meravigliosa aggiunta nella tua vita, mai una necessità.

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai oltre le tue paure, c’è la vita che ti aspetta!

Sono le persone a cambiare o noi a non averle mai conosciute?