in

Davanti alle tue frecciatine, mi avvalgo del diritto d’infischiarmene!

Non importa se la vostra sia una vita felice, mediocre o triste perché ognuno di noi ha sofferto per delusioni inaspettate, senza alcuna spiegazione o ragion d’essere. Ma ciò che spesso non riusciamo a digerire è come la giustizia, divina o terrena, o magari la ruota che gira o ancora il Karma non compensino i torti subiti. Ed ecco, in esclusiva per voi, l’arma più sottovalutata, silenziosa ma altrettanto potente: l’indifferenza!

“Ho sempre vinto l’invidia, la vigliaccheria e la malvagità coprendole di maestosa invisibilità e di appariscente indifferenza.”
(Federico Fellini).

Penserete che sia tutto facile a parole, perché nella stragrande maggioranza delle volte, le ferite peggiori ci vengono inflitte dai meno sospettabili. Eppure, ogni delusione è un vademecum da ricordare a vita.

Fate attenzione, senza rancore ma con memoria. Perché loro ci proveranno sempre a farci vacillare, tentando di indossare le migliori maschere a disposizione o peggio ancora inviando messaggi subdoli sperando di farci abboccare nella loro trappola.

“Ho provato rancore, ma mi stava male addosso, così ho preferito lasciarlo agli altri e vestirmi di elegante indifferenza.”
(Mlicenza, Twitter)

Sapete qual è la categoria che più mi fa ridere? Quelli che non tornano nemmeno indietro sui loro passi, ma addirittura provano a rigirare la frittata addebitandoci le colpe dei loro errori.

E allora con l’età intellettuale di un bambino, ti fanno la morale con una storia su Instagram o un post su Facebook. Ma l’unica cosa che renderanno pubblica sarà la bassezza etica che li descrive.

“Ci sono solo due stupende medicine per aiutarci a sopportare il veleno della realtà ed impedire che ci uccida prematuramente e questi sono l’intelligenza e l’indifferenza.
(Sándor Márai)”

Credetemi, non c’è messaggio più esplicito di una sana indifferenza. Davanti a chi ha dimostrato di essere una nullità, non dobbiamo far altro che annullare la nostra attenzione.

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le peggiori pugnalate le ho ricevute da chi diceva di volermi bene.

E’ la solitudine di coppia. La peggiore che esista… (La psicologa)