in

Le peggiori pugnalate le ho ricevute da chi diceva di volermi bene.

Nella vita le peggiori delusioni le ho avute da chi diceva di tenere a me. da chi guardandomi negli occhi mi faceva capire quanto fossi importante.

Certe cose nella vita non te le aspetti. Non te le aspetti soprattutto da chi diceva di volerti bene. Fa male capire di essersi sbagliati. Quando riponevi tante aspettative in una relazione e invece alla luce dei fatti ti sei dovuto ricredere, fa male.

Fa male soprattutto quando succede da chi non te lo aspetti. Da quella persona che diceva che ti sarebbe stata sempre accanto. Amore, amicizia a chi non è successo di restare delusi? La delusione è un piatto che viene servito freddo, si presenta senza preavviso e quando fa il suo ingresso ti ghiaccia il sangue nelle vene.

Si rimane delusi quando le aspettative sono alte e più le aspettative crescono più è facile rimanere scottati.

La delusione nasce dalla consapevolezza di esserti sbagliato su quella persona.

Niente ferisce, avvelena, ammala, quanto la delusione.
Perché la delusione è un dolore che deriva sempre da una speranza svanita, una sconfitta che nasce sempre da una fiducia tradita cioè dal voltafaccia di qualcuno o qualcosa in cui credevamo. E a subirla ti senti ingannato, beffato, umiliato. La vittima d’una ingiustizia che non t’aspettavi, d’un fallimento che non meritavi. Ti senti anche offeso, ridicolo, sicché a volte cerchi la vendetta. Scelta che può dare un po’ di sollievo, ammettiamolo, ma che di rado s’accompagna alla gioia e che spesso costa più del perdono.
(Oriana Fallaci)

Riporre eccessiva fiducia in qualcuno significa rischiare di scottarsi e paradossalmente quando succede la prima persona con cui te la prendi sei proprio tu. Fidarsi di quella persona è stato sbagliato e tu ci sei cascata ancora una volta.

La prima reazione è quella di chiudersi a riccio in se stessa lasciando tutto il mondo fuori. Speri così di riuscire a difenderti perché di soffrire ancora proprio non ne puoi più.

Quanti di voi là fuori sono rimasti feriti in una storia d’amore?
E quante volte avete giurato che non avreste mai più amato?
Quante solitarie notti insonni?
Quante bugie, quanti conflitti?
E perché vorreste rigettarvi in tutto questo di nuovo?”
(Brian Adams)

Perché rigettarvi in tutto questo di nuovo? Perché per ogni persona che ci delude ce n’é almeno una al mondo che sarà in grado di farci ricredere. Sempre.

Il viaggio è nella testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I falsi amici quando smettono di parlare con te, iniziano a parlare di te.

Davanti alle tue frecciatine, mi avvalgo del diritto d’infischiarmene!