in

Odio quando cerco di dormire ma la mia mente non sta zitta.

101, 102, 103… no, non sto dando i numeri, contavo le pecorelle.

Il vecchio trucchetto per annoiare la mente e sprofondare nel sonno. Magari funzionasse anche da grandi!

La notte è rimasto l’unico momento per rimanere in pace con noi stessi. Ma chi lo è completamente?

A volte sto sveglio di notte e mi chiedo: “Dove ho sbagliato?” Poi una voce mi dice: “Per saperlo ti ci vorrà più di una notte.”

Charles M. Schulz

La frenesia di sfruttare quelle poche ore di sonno che ci sono concesse, spesso, si rivolta contro diventando un’estenuante gara a quel countdown virtuale che scorre inesorabilmente fino alle prime luci del mattino. Ogni centimetro di cuscino rappresenta un cruccio che affolla i nostri pensieri. Il senso di colpa per quella risposta non data o peggio ancora il rimorso per quelle parole trapelate in un momento di rabbia e frustazione.

Le notti insonni generano grandi idee o grandi mostri.

Filippo Alosi

Non è per nulla facile veicolare l’insonnia. La calma che spesso invochiamo durante la giornata per poter riflettere serenamente si trasforma in un incubo ad occhi aperti. Riaffiorano mostri del passato che ci bloccano e ci soffocano, specie quando lasciamo delle porte aperte nella nostra vita. Pensiamo e ripensiamo alle solite facce che tanto ci hanno fatto male e che ci impediscono di voltare pagina, rifiutando la mano di chi è pronto a darcene sette di cuscini su cui dormire.

Se non riesci a dormire, allora alzati e fai qualcosa invece di stare steso a preoccuparti. E’ la preoccupazione che ti distrugge, non la mancanza di sonno.

Dale Carnegie

E’ inevitabile come una legge fisica: più crediamo e temiamo che qualcosa possa andar male e più probabilmente così andrà a finire. Perciò, sgomberiamo la mente da questo gregge di pecorelle e le borse sotto gli occhi usiamole solo per portarci i sogni e le speranze che meritiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fa comodo alle pecore dare la colpa al lupo.

A volte è proprio la gelosia a far perdere la persona che si ama.