in ,

Chi trova un amico (col suo stesso disturbo psichiatrico) trova un tesoro.

100? 200? 1000? Ormai abbiamo il contatore delle nostre amicizie. Ma vediamo alla fine di questa lettura quanti ne conterete.

Oggi sembra così semplice creare relazioni di amicizia, perchè basta un sorriso sul posto di lavoro, una battuta in palestra, una birra al pub con l’amico dell’amico e subito scatta l’amicizia sui social.

Che apparteniate ai millennials o alle vecchie generazioni, ci sono certezze che non cambieranno mai.


Sono gli amici che puoi chiamare alle quattro del mattino, quelli che contano.

(Marlene Dietrich)

Eccone una. Esserci, sempre. Magari prima di rispondere, li manderete a quel paese maledicendo padre, madre, sorelle, fratelli ma… i veri amici sono questi!

Sono platonicamente sangue del vostro sangue, in quanto portatori sani delle vostre passioni e allo stesso tempo dei vostri “disturbi psiachiatrici”.


L’amicizia nasce nel momento in cui una persona dice ad un’altra: “Cosa? Anche tu? Credevo di essere l’unica”.

(C.S. Lewis)

Lottiamo ogni giorno per dimostrarci unici, distintivi in qualcosa ma vogliamo paragonarlo alla soddisfazione di sapere che al mondo esista qualcuno così compatibile alle nostre assurdità e ai nostri viaggi mentali?

Gli Amici sono quelli di cui ricordi le peggiori avventure o i migliori disastri. Quelli da chiamare al telefono, in qualsiasi momento della giornata, per condividere la più banale sciocchezza commessa. Ridere a crepapelle, anche a distanza di anni ed anni, solo menzionando un nome o un posto che ci catapulta subito a quell’episodio vissuto insieme.


Ho sempre pensato che il più grande privilegio, sollievo e conforto dell’amicizia è che non si deve spiegare nulla.

(Katherine Mansfield)

E sta proprio qui la meraviglia dell’amicizia. Possiamo avere migliaia di amici, ma ho la certezza che conterete al massimo sulle vostre mani quelli che conoscono ogni vostra reazione senza proferir parola. Quelli con cui sentirsi deboli è quasi un piacere. Quelli con cui star seduti in silenzio diventa la miglior conversazione. Una volta trovati, teneteli stretti questi “tesori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GEMELLI. Ecco perché non tutti possono stare al vostro fianco.

Fa comodo alle pecore dare la colpa al lupo.