in

Sono i fatti a renderti uomo, a parole siamo bravi tutti.

Perché, durante il tempo libero, ci immergiamo tra le rassicuranti righe di un libro o le emozionanti scene di un film?

Probabilmente, perchè ciò che hanno da raccontarci ci permette di evadere e nutrire aspettative e desideri che puntualmente la vita disillude.

Già, riflessione severa ma veritiera.

Quante innumerevoli volte vi siete sentite prese in giro dalle belle e pompose parole di qualcuno?

Credo che Mina (nella sua celebre canzone Parole, parole, parole) non a caso volle ripeterle così tante volte per accentuare il messaggio che alla lunga le parole stancano, chiunque, anche la donna più paziente.


Un migliaio di parole non lasciano un’impressione tanto profonda quanto una sola azione.
(Henrik Ibsen)

Non voglio esser cinico né tantomeno qualunquista, ma gran parte del mondo maschile non arriverà mai a comprendere quanto pesano le promesse.

Promesse fatte magari in momenti di particolare felicità, riuscendo persino a creare scenari degni di quei libri o film che fanno sognare ognuno di noi.

Peccato che tale bravura, degna del miglior Spielberg, rappresenta sempre un fuoco di paglia, pronto a spegnersi alla prima difficoltà o, peggio ancora, quando raggiungono i loro superficiali interessi.


-Ma io ti amo.
-Non è vero. Tu sei fermo, e amare è un’altra cosa: è un verbo, un’azione. Non è guardare un film su paesi lontani, ma andarci davvero, in due.
(Alessandro D’Avenia)

Quanti ti amo sperperati di qua e di là avrete sentito, quante storie da favola, castelli e lune vi hanno promesso?


C’è anche da considerare i recidivi, la peggior categoria.

Si pentono, tornano indietro, promettono di esser cambiati, ma fate attenzione. Posso credere che magari uno su mille riceva questa illuminazione divina, ma se il detto parlava di un lupo (un animale prettamente maschile) che perde il pelo, un motivo ci sarà.


Le belle parole sono come i fiori, le belle azioni come i frutti.
(Proverbio africano)

Quasi tutti al mondo amiamo i fiori, riempiono le nostre stanze o i giardini con la loro bellezza e l’inebriante profumo. Nella vita però, esigiamo anche tutto il resto.

Le case e i giardini devono essere vissuti con la presenza costante e le attenzioni di chi ci ama. Togliamoli questi paraocchi, usciamo dalla nebbia dell’incertezza di chi ci adula e sparisce.

L’amore deve essere provato con le azioni, perchè talvolta queste dimostrano e valgono molto più di chi le compie.


“Lloyd, dove sono tutte le promesse che mi avevano fatto?”
“Credo si siano perdute tra il dire e il fare, sir”
“Immagino non arriveranno mai in porto…”
“Le promesse da marinaio finiscono sempre per naufragare in un mare di giustificazioni, sir”
“Il segreto sta nell’evitare i marinai, Lloyd?”
“Più nel tornare a essere comandanti, sir”
“Riprendiamo il timone, Lloyd”
“Istantaneamente, sir”

Siate comandanti, senza eccezioni. Prendete in mano il timone e dirigetevi dove, in fondo al vostro cuore, sapete di trovare porti sicuri e non sirene echeggianti terre promesse inesistenti. Promettete a voi stesse di agire solo per il vostro amore.

  • JEREMY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A 30 anni impari a fregartene di quello che vogliono gli altri e inizi a fare solo quello che vuoi.

E alla fine mi baciò… E fu un bacio dolcissimo.