in

Niente ferisce e avvelena quanto la delusione.

Fidarsi di qualcuno è difficile.

Probabilmente è una delle cose più difficili da fare, perchè riporre la propria fiducia in qualcuno significa lasciarsi andare e abbattere tutti quei muri di protezione che abbiamo eretto durante la vita con l’illusione vana di preservarci dalla delusione.

Ma quando decidi di dare la tua fiducia a qualcuno devi rischiare; nessuno ti darà mai garanzie di una fiducia ben riposta e, se lo farà, probabilmente deluderà le tue aspettative, perchè l’amore è questo, una scommessa e non sempre si vince e chi ha l’ardire di metterci il cuore senza paura di scottarsi inevitabilmente lo farà perchè la bellezza dell’Amore è proprio questa: lasciarsi andare anche con il rischio di cadere.

E’ una partita a carte scoperte la fiducia in una relazione. Devi giocarti tutte le tue carte e sperare che l’altro non bari.

Ogni volta ci credi, ti convinci della sincerità di quella persona e ti lasci andare. Questo succede perchè il desiderio recondito di ognuno è trovare qualcuno con cui condividere la vita; qualcuno che ci apprezzi e che ci ami per quello che siamo, perchè stare soli è bello una cifra ma stare con qualcuno che ti ama è magnifico.

Probabilmente è per questo che la delusione è così amara: perchè ogni volta credi sia la persona giusta, quella che aspettavi da una vita, la materializzazione concreta del tuo sogno più bello.

Ma quando inizi a capire di aver preso l’ennesimo abbaglio, in fondo, speri di sbagliarti; speri che quel qualcuno ti stupisca facendoti ricredere.

Ecco perchè ogni volta fa così male, perchè quando si tiene a qualcuno si tende, inizialmente a negare l’evidente e quando finalmente se ne prende piena coscienza, comincia il ciclo inarrestabile delle seconde, terze, quarte possibilità, finché ti fermi per stanchezza.

A sperare e crederci da sola non ce la fai più e allora preferisci lasciare andare quel pezzo del tuo cuore che in fondo ti mancherà per sempre. Non è possibile trattenere chi non vuole restare.


Niente ferisce, avvelena, ammala, quanto la delusione.
Perché la delusione è un dolore che deriva sempre da una speranza svanita, una sconfitta che nasce sempre da una fiducia tradita cioè dal voltafaccia di qualcuno o qualcosa in cui credevamo. E a subirla ti senti ingannato, beffato, umiliato. La vittima d’una ingiustizia che non t’aspettavi, d’un fallimento che non meritavi. Ti senti anche offeso, ridicolo, sicché a volte cerchi la vendetta. Scelta che può dare un po’ di sollievo, ammettiamolo, ma che di rado s’accompagna alla gioia e che spesso costa più del perdono.
– Oriana Fallaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Viaggia dentro di te: è gratis !

Una persona delusa non fa rumore, ma non si fa più trovare.