in

Saggezza è anche praticare il “distacco”

Praticate il distacco ogni giorno? Detto in questo modo siamo sicuri che può dare origine a qualche perplessità e persino a qualche contraddizione. Il distacco non è un atteggiamento tipico delle personalità egoiste</strong> che cercano solo di valorizzare se stesse rompendo il vincolo con tutto quello che le circonda. Assolutamente no.

Il distacco è una necessità vitale e parte dalla nostra crescita personale. È necessario smettere di rafforzare rapporti che ci fanno male, liberarci dagli eccessi, dalle dipendenze… È vivere in onestà con noi stessi e con il nostro equilibrio emotivo.

È chiaro che non praticheremo mai il distacco con tutto quello che è importante per noi e che a sua volta ci apporta una serie di rinforzi positivi capaci di arricchirci, di renderci persone migliori.

Tuttavia, se realizziamo un piccolo esercizio di riflessione, ci renderemo conto che intorno a noi galleggiano molte dimensioni, situazioni e persone che ci legano alla propria ancora e ci affondano ogni giorno un po’ di più.

Dobbiamo fare attenzione, perché a volte possiamo responsabilizzare gli altri della nostra felicità, ma sarebbe altrettanto necessario praticare il distacco verso alcuni atteggiamenti personali, verso qualche pensiero limitante, verso le paure e persino le insicurezze.

Il distacco come tecnica di conoscenza personale

Ce lo possono vendere, ci possono parlare del distacco a caratteri cubitali e persino sottolinearlo con un evidenziatore. Tuttavia, sappiamo che <strong>non è facile praticarlo, né realizzarlo in modo così immediato.

Praticare il distacco richiede essere coscienti di tutto quello che non arricchisce la nostra vita. Come rompere, quindi, questo vincolo nutrito nel passato da tante e tante emozioni, sogni e speranze?

Con coraggio. In questa vita niente sembra sorgere con la serenità di una fresca brezza estiva, è come se avessimo bisogno di tormente per imparare, per essere coscienti del fatto che, a volte, non è più coraggioso chi sopporta, ma chi ha l’audacia di fare un passo… e lasciare andare.

Fonte: La mente è meravigliosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E poi smetti di essere forte ed inizi ad essere apatico.