in ,

Ogni tanto sei stanco, di quella stanchezza.. che non basta riposare.

C’è che ogni tanto sei stanco, ma di quella stanchezza che non basta riposare… – Mauro Soldano

A volte sei stanca tanto nella testa quanto nell’anima, talmente tanto stanca che non ti escono neppure le parole. Hai un tale caos dentro, ma non riesci a buttarlo fuori. Vorresti solo spegnere il mondo per sentire solo te. 

Esiste una stanchezza dell’intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze. Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione. È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l’anima. – Pessoa

La stanchezza fisica è naturale. Ti capita di scaricare le pile dopo una giornata densa di impegni. Basta riposare nel modo corretto e si sa, domani sarà un altro giorno.

Ma la stanchezza dell’anima è una stanchezza con cui fare i conti è una sfida assai più dura. Non esiste letto comodo per riposare quando a sentirsi stanco è il nostro spirito.

Stanchezza mentale o stanchezza dell’anima?

La stanchezza mentale spesso viene confusa con la stanchezza dell’anima, in realtà sono completamente diverse, come diversi sono i motivi per cui compaiono. 

Quando sei stanco mentalmente ti senti svuotato, svogliato e non hai voglia di fare nulla. Neppure guardare il tuo telefilm preferito aiuta, ti senti stranamente irritabile e quasi non ne capisci il motivo. Scarsa lucidità, poca concentrazione sono i sintomi più comuni di questo tipo di stanchezza.

Un rimedio efficace quando ci si trova di fronte a questo tipo di stanchezza è rilassarsi completamente. Ascoltare musica rilassante, fare un lungo bagno caldo, insomma coccolarsi un po’ per distrarre la mente e ricaricarsi di energie.

La stanchezza dell’anima è una forma differente di stanchezza. Ti penetra nella pelle, nelle ossa e ti destabilizza. E’ una forma di tristezza la stanchezza mentale. Un incupimento dell’anima che ti assale improvvisamente e che qualunque cosa faccia non riesci a mandare via.

Ci stanchiamo di tutto perché niente, in fondo, è come vorremmo.
(Roberto Gervaso)

Quando compare questo tipo di stanchezza?

Quando sei stato per lungo tempo in una situazione psicologicamente stressante il corpo prima o poi cede. Sei convinta di essere forte e di poter sopportare. Hai imparato ad addomesticare la mente e a scacciare più possibile i cattivi pensieri, ma l’anima no, quella non l’addomestichi.

Non è vero che ci si abitua, si è sempre più stanchi, semplicemente.
– Charles Bukowski

Cosa fare per risolvere il problema?

Paradossalmente, l’unico modo per uscire da questa situazione è arrendersi, darsi tregua, smettere di pretendere da se stessi. 

Della stanchezza mi piace l’arrendersi… – Orporick, Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Frequentare donne ‘in carne’ rende gli uomini più felici! LO STUDIO.

La bellezza di un amore maturo…