in ,

Ama i tuoi genitori, seppur imperfetti. Un giorno ti mancheranno da morire.

La cosa più importante che i genitori possono insegnare ai loro figli è come andare avanti senza di loro. (Frank A. Clark)

Il dolore lancinante che lascia la scomparsa di un genitore è indescrivibile. Non esistono genitori perfetti ma genitori che in ogni modo donano l’anima per i loro figli. Magari oggi potrebbero sembrarvi assurdi e ingiusti per il loro modo di pensare – così lontano dal vostro e così lontano dal luogo comune – ma ricordate che l’amore che provano per voi non muta con il tempo e non segue le mode del momento.

Amate i vostri genitori anche se possono sembrare buffi e bizzarri, amateli anche se nell’ignoranza commettono errori, amateli anche se vecchi e acciaccati. Amate vostro padre che nonostante i suoi errori ce l’ha messa tutta per proteggervi, guidarvi e sostenervi, le sue mani sanno di duro lavoro.

Amate vostra madre, anche se ora il suo viso è solcato dalle rughe e la sua mente non tiene il passo con i tempi, amatela, ha trascorso notti insonni per voi, giornate intere a cambiarvi i pannolini  senza vomitare, vi è stata accanto nei momenti di dolore e tristezza.

Amate i vostri genitori e anche se  non sono come desideravate ringraziateli perché a loro  dovete la vita e la persona che siete oggi. Nel bene e nel male, qualunque decisione abbiano preso vi hanno insegnato qualcosa: saranno stati genitori da imitare o  da cui imparare ad essere diversi, forse.

Non biasimateli  per i loro errori, nessuno nasce genitore,  a loro volta sono stati figli di genitori imperfetti  ma l’unica cosa certa è che un genitore ama il figlio più di se stesso e nonostante i propri conflitti  interni cerca in tutti i modi di essere quel genitore perfetto che tutti desiderano.

Amateli adesso che sono ancora in vita, adesso che vi fanno arrabbiare e preoccupare. Ogni qual volta vi  verrà voglia di non rivolgergli più la parola provate a pensare a chi non li ha più, a chi  li perde da piccoli. Meglio avere genitori imperfetti che perderli per sempre prematuramente.

Ci sono due lasciti durevoli che possiamo dare ai nostri figli. Uno sono le radici. L’altro sono le ali. (Hodding Carter, Jr.)

Riconciliatevi con i vostri genitori,  la vita è troppo breve per portare rancore, è troppo  difficile per rinunciare al loro amore  imperfetto. Amateli e ringraziateli, le loro mani vi hanno condotto per strade sempre più lontani da loro.  I loro cuori si struggevano per ogni caduta, ogni malanno e ogni qual volta dovevano lasciare la vostra mano per insegnarvi che prima o poi avreste dovuto imparare a vivere senza loro a fianco.  Le loro mani hanno accarezzato i vostri capelli, le vostre guance e asciugato le vostre lacrime innumerevoli volte.

Abbiate rispetto per loro, hanno vissuto per voi e hanno sbagliato per amore. Hanno passato notti intere sul divano ad aspettare il vostro ritorno, ad ogni sirena dell’ambulanza il loro cuore si fermava pregando Dio che tornaste salvi. Amateli forte perché hanno patito per voi, hanno sbagliato e continuano a sbagliare  perché vi amano troppo. Scusateli se vi amano troppo, siete  un ” pezzo di loro”. Amate i vostri genitori sono gli unici che avrete.

Mentre noi cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto della loro vita, loro ci insegnano che cosa conta davvero nella vita. (Angela Schwindt)

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arriva un momento in cui devi praticare il ‘DISTACCO’ per te stessa.

Dopo una rottura? Datevi il tempo di guarire…